TEST DI BIORISONANZA ELETTROAGOPUNTURA E.A.V.I.

con dispositivo Libratum®UNDIS™

a cura del Dr Sabatino Meletani
(Medico-chirurgo, Specialista in Neurologia e Psichiatria)

 

OGGETTO DI STUDIO:

Con il dispositivo Libratum® Undis™ e stato effettuato un test di biorisonanza con l’elettroagopuntura di Voll: dimostrazione dell’efficacia protettiva per mezzo di grafici.

METODOLOGIA:

L’EAVI (Elettroagopuntura secondo Voll Integrata) appartiene al gruppo delle Metodiche di regolazione Bioelettronica ( o di Biorisonanza): esso permette di effettuare una diagnosi ed una terapia olistica utilizzando strumenti di misura elettronici. L’EAV rappresenta una sintesi, effettuata dal Dr. Reinhold Voll nei primi anni cinquanta, tra l’Agopuntura Tradizionale Cinese, la Medicina Clinica Occidentale, la farmacologia OmeopaticaOmotossicologica ed Isopatica.

Il valore di resistenza fisiologico di un punto, che corrisponde ad un organo in equilibrio bioenergetico, e quindi sano, è uguale a 50 US (unità di scala, che si possono leggere sul quadrante di misurazione).

Valori minori di 50 US , indicano un deficit energetico, cioè processi degenerativi o sclerotici sempre più gravi, a mano a mano che ci si avvicina allo zero.

Valori più elevati di 50 US indicano processi da infiammazione o da intossicazione tanto più accentuati, quanto più ci si avvicina a 100 US (valore massimo della scala).

Il più importante criterio di valutazione diagnostica è la cosiddetta Caduta dell’Indice: questa si ha quando la lancetta del quadrante di misurazione, mentre si spinge sul punto con il puntale di misurazione con intensità costante, sale sino ad un valore massimo e poi inizia a scendere, per fermarsi ad un valore minimo (ad esempio, caduta da 80 US a 40 US). Nelle foto dei grafici corrisponde alle linee bianche.

Il test di EAV si può utilizzare anche per verificare se campi elettromagnetici disturbanti stanno sovraccaricando il soggetto.

Abbiamo perciò effettuato vari test su diversi soggetti:

  • mentre stavano telefonando con il cellulare vicino all’orecchio destro
  • mentre lo tenevano nel taschino della giacca
  • mentre lo tenevano nella tasca dei pantaloni

misurando i punti di Controllo dei Meridiani alle mani e ai piedi

Come si può vedere dai grafici seguenti, i valori sono patologici su quasi tutti in meridiani con valori molto alti (superiori a 80 US e con Cadute dell’Indice, cioè del potenziale del punto misurato). Questo indica che le frequenze elettromagnetiche provenienti dal cellulare disturbano energeticamente il soggetto.

Subito dopo abbiamo ripetuto le stesse misurazioni sugli stessi punti (sempre col cellulare all’orecchio), ma con il dispositivo  Libratum®UNDIS™  applicato al cellulare stesso.  Vediamo ora i singoli casi mostrando i grafici senza e con il dispositivo Libratum®UNDIS™.

NB: le linee blu corrispondono alla parte dx mentre le linee rosse alla sinistra del corpo.

 

 Smartphone in tasca senza Libratum®UNDIS™

01 min

Smartphone in tasca con Libratum®UNDIS™

con Libratum®UNDIS™

 Smartphone sul petto senza Libratum®UNDIS™

03 min

 Smartphone sul petto con Libratum®UNDIS™

con Libratum®UNDIS™

Smartphone all'orecchio in comunicazione senza Libratum®UNDIS™

05 min

Smartphone all'orecchio in comunicazione con Libratum®UNDIS™

con Libratum®UNDIS™

 

CONCLUSIONI:

Come si può vedere dai grafici, con Libratum®UNDIS™ i valori migliorano su tutti i meridiani, presentando valori di misura di poco superiore a 50 US (unità di scala) quindi valori nel range della normalità e soprattutto, con la scomparsa della caduta del potenziale (cioè della Caduta dell’Indice) quindi scompaiono le linee bianche. Questo significa che il dispositivo Libratum®UNDIS esercita un efficace controllo dello squilibrio energetico provocato dall’uso del cellulare.